Purificatore aria funziona

Se mai ti fossi chiesto se “un purificatore d’aria funziona davvero, se è utile,  se è e quando ci è necessario”, in questo nostro articolo potrai trovare le risposte. Illustreremo i modi in cui un purificatore d’aria può migliorare la qualità dell’aria a casa nostra, e quindi anche migliorare la qualità della nostra vita.  Esamineremo anche i più comuni motivi per cui una persona potrebbe decidere di acquistare, oppure no, un purificatore d’aria.

L’obiettivo che ci siamo proposti è infatti di sintetizzare le opinioni degli specialisti del settore in modo che ognuno di noi sia in grado di decidere quale tipo di  depuratore d’aria sia il “migliore” per la sua casa.

Il purificatore aria, ci serve davvero?

Premesso che un qualsiasi purificatore d’aria può più o meno bene rimuovere gli allergeni e gli altri inquinanti presenti nell’aria, certamente sono numerosi gli effetti benefici per la nostra salute associati all’utilizzo di purificatori d’aria. Numerosi ma anche diversi in quanto dipendono sopratutto dalla natura degli inquinanti presenti all’interno delle nostre abitazioni e dalle caratteristiche del purificatore scelto. In linea di massima però ci sono utili.

Ora spiegheremo come agiscono i purificatori d’aria perché ed in che misura ci sono utili.

Prima però, a beneficio di chi fosse interessato, segnaliamo il nostro articolo focalizzato sui 10 migliori purificatori d’aria che può servire anche a fare un rapido confronto tra i modelli più interessanti sul mercato e per compararne i prezzi. Segnaliamo poi anche una nostra guida sui purificatori d’aria più economici che potrà essere ugualmente utile.

Scopri tutti i purificatori d’aria più venduti da Amazon

I purificatori d’aria liberano l’aria di casa dalle polveri sottili ed ultra sottili

Un purificatore d’aria giova (anche) a mantenere pulita la nostra casa.

Quelli dotati di un filtro HEPA (High Efficiency Particulate Air filter) possono intrappolare quelle particelle sospese nell’aria che costituiscono la polvere, i pollini, le spore di muffe, gli acari della polvere, le cellule della pelle umana ( circa 30 mila di queste cellule muoiono ogni minuto), i capelli ed i detriti dei parassiti.

C’è anche un altro tipo di apparecchio per filtrare l’aria, chiamato “ionizzatore”. Il principio su cui si basa un ionizzatore d’aria sta nel caricare elettricamente le sostanze inquinanti presenti nell’aria per poi farle cadere a terra dove possono facilmente essere aspirate (alcuni ionizzatori sono dotati anche di una piastra di raccolta elettrostatica utile a raccogliere queste particelle di polvere, ma questi modelli non sono sempre al 100%. efficaci).

Per saperne di più, vai al nostro articolo incentrato sulle differenze e sulle analogie tra i purificatori d’aria e gli ionizzatori.

Ad ogni modo, i purificatori d’aria dotati di un filtro HEPA ci sono utili anche perché la polvere si accumula meno negli ambienti vengono utilizzati, e ciò comporta la necessita di minori pulizie.

Rinviamo a questo riguardo ai nostri consigli sui purificatori d’aria per la polvere.

purificatori d’aria possono migliorare la qualità della vita delle persone allergiche

Le allergie e gli attacchi d’asma vengono solitamente innescati da particelle sospese in aria: muffe, pollini, peli di animali domestici e batteri. Queste sostanze inquinanti possono rendere la qualità dell’aria presente negli ambienti interni da 2 a 5 volte peggiore di quella esterna.

Dato che nell’aria che respiriamo riducono gli allergeni ed i particolati che inducono l’asma, i purificatori d’aria con un filtro HEPA di buona qualità possono servirci a tener sotto controllo le allergie e l’asma.

Su questo argomento rinviano ai nostri consigli focalizzati sui purificatori d’aria per l’asma e sui purificatori d’aria per le allergie.

I purificatori d’aria eliminano gli odori

La cucina di casa nostra, le immondizie, le muffe, il fumo di sigaretta e anche gli stessi esseri umani possono far sì che nelle nostre abitazioni si formino e ristagnino degli odori: i purificatori d’aria possono aiutare a liberarcene.

Un purificatore d’aria con un filtro a carboni attivi rimuove le molecole che causano gli odori, in tal modo l’aria avrà un odore di fresco senza dover ricorrere ai deodoranti per ambienti.

A questo riguardo rinviano ai nostri consigli sui purificatori d’aria per gli odori.

I purificatori possono rimuovere i peli degli animali e le particelle presenti nell’aria

Se possiedi degli animali domestici, avere in casa un purificatore d’aria è utile. Un buon purificatore pulirà l’aria intrappolando peli e gli odori degli animali domestici. Quindi la tua casa sarà più pulita e fresca nel mentre ti godi i tuoi animali domestici.

Un purificatore riduce anche i livelli degli allergeni che gli animali domestici portano con se e che ci possono causare reazioni allergiche.

A questo riguardo rinviano ai nostri consigli sui purificatori d’aria per gli animali domestici.

I purificatori d’aria catturano le spore delle muffe

La muffa è un problema comune in molte case. Un purificatore d’aria può catturare le spore di muffa presenti nell’aria ancor prima che abbiano la possibilità di riprodursi.

I purificatori d’aria con una combinazione di filtri HEPA, di filtri a carboni attivi e di luce ultravioletta, sono quelli migliori per rimuovere le spore della muffa.

A questo riguardo rinviano ai nostri consigli sui purificatori d’aria per le muffe.

I purificatori d’aria rimuovono il fumo

Se sei un fumatore o se non hai una cucina ben ventilata, un purificatore d’aria può rimuovere il fumo prodotto dalle sigarette e dalla cucina.

I purificatori con un filtro a carboni attivi densi possono rimuovere l’odore causato da un qualsiasi tipo di fumo, mentre quelli con un filtro HEPA filtrano le particelle di fumo visibili.

A questo riguardo rinviano ai nostri consigli sui purificatori d’aria per il fumo.

Ci è proprio necessario un purificatore d’aria ?

Alla domanda “un purificatore d’aria ci è sempre necessario?” rispondiamo a volte certamente si, a volte non molto.

Per alcune persone, un purificatore d’aria utile anche alla loro salute. Per altre i vantaggi non sono così evidenti.

Le seguenti nostre considerazioni (di carattere generale) potrebbero evidenziare una tua necessità/esigenza – o meno – di avere  un purificatore d’aria.

Ti potrebbe servire un purificatore d’aria se…

  • Se, al pari di altri 9 milioni di italiani che soffrono di allergie o di l’asma desideri alleviare i disagi di questi disturbi, un purificatore d’aria può aiutarti a respirare meglio: ad ogni modo prima di interrompere l’assunzione di un qualsiasi farmaco parlane col tuo medico.
  • Se desideri una casa con meno polvere, un buon purificatore d’aria può rimuovere le particelle di polvere ancor prima che si depositino sulle superfici.
  • Se vuoi vivere in ambienti piacevoli, i purificatori d’aria con un filtro adatto possono estrarre dall’aria le molecole degli odori da una varietà di fonti.
  • Se tu o altri della tua famiglia vi ammalate facilmente e siete soggetti ad infezioni, i purificatori possono intrappolare gli agenti patogeni ed i microrganismi dannosi che causano queste malattie.
  • Se desideri che il tuo corpo non assorba tossine dall’aria, un purificatore d’aria può rimuovere i composti organici volatili (COV) dall’aria che respiri all’interno degli ambienti chiusi.
  • Se vuoi ridurre i livelli dei fumi e quelli degli odori presenti in casa, i purificatori d’aria possono intrappolare sia le particelle di fumo visibili e sia quelle invisibili in modo che a tua casa non ci siano odori di tabacco, di cucina o di fumi della combustione.
  • Se possiedi degli animali domestici e vuoi ridurre/eliminare i peli, i capelli o gli odori, un purificatore d’aria può intrappolare tutti i tipi di particelle emesse dai gatti, dai cani e dagli altri animali domestici in modo che la tua casa resti sempre pulita.
  • Se hai delle reazioni allergiche alle spore della muffa, i purificatori possono ridurre i livelli di spore di muffa presenti nell’aria.
  • Se vuoi desideri vivere in buona salute all’interno delle mure domestiche, i purificatori d’aria sono utili a questo fine: quasi tutti quelli che utilizzano un purificatore avvertono un generale miglioramento della loro salute.

Potresti non aver bisogno di un purificatore d’aria se…

  • Se a casa tua fai regolarmente le pulizie e non hai particolari problemi con la polvere.
  • Se all’interno della tua casa non senti odori sgradevoli.
  • Se il tuo sistema immunitario funziona bene e non ti ammali spesso quando sei esposto ai batteri ed ai virus più comuni.
  • Se non fumi e non vivi accanto ad un fumatore.
  • Se non soffri di allergie gravi o di asma e sei in grado di “gestire la respirazione” di particelle di allergeni come la polvere, il polline, le spore delle muffe, i peli degli animali domestici.
  • Se possiedi animali domestici che non perdono molti peli e che non odorano.
  • Se non hai fatto ristrutturazioni ultimamente e se non utilizzi troppi detergenti che producono composti organici volatili (VOC).
  • Se vivi in una casa con una buona qualità dell’aria.

Se pensi di non aver bisogno di un purificatore d’aria, un’altra opzione da considerazione è un monitor della qualità dell’aria interna. Questi monitor non puliscono l’aria, ma semplicemente misurano i vari inquinanti presenti all’interno degli ambienti. In questo modo, prima di investire soldi in un purificatore d’aria, saprai quanto è buona o quanto è cattiva a casa nostra la qualità dell’aria.

Per maggiori informazioni circa questi dispositivi, puoi consulta la nostra guida alle recensioni dei monitor della qualità dell’aria

Quando un purificatore d’aria lavora meglio

Molte persone traggono vantaggio dall’avere un purificatore d’aria in casa. Diverse ricerche hanno dimostrato che filtrare l’aria può rimuovere le particelle nocive dagli spazi interni, in particolare allergeni, fumo e muffe. Quando l’aria passa attraverso i filtri dei depuratori, le sostanze inquinanti e le particelle rimangono all’interno, mentre nella stanza viene immessa aria pulita.

Nel pulire l’aria, i purificatori funzionano effettivamente. In particolare per quanto attiene alle particelle sospese nell’aria. Meno per quelle che sono depositate sui mobili, sulle pareti o sui pavimenti perché questi dispositivi non in grado di rimuovere le sostanze inquinanti da tali superfici.

Dato che la qualità dell’aria interna può essere fino a cinque volte più inquinata di quella esterna, un buon purificatore d’aria funziona davvero nel tenere l’aria presente all’interno più pulita.

Non solo: i purificatori d’aria dotati di filtri adatti possono neutralizzare molti degli inquinanti dovuti all’inquinamento atmosferico, alle attività indoor e agli elementi naturali.

In ogni caso occorre anche tener presente che i purificatori d’aria funzionano meglio quando sono associati a delle buone pratiche di pulizia della casa e che un purificatore d’aria non può sempre essere un toccasana per tutto,

Come detto ogni tipo di filtro / ogni tipo di tecnologia è più adatta di altre per togliere dall’aria particolari elementi. Ad esempio:

  • Il filtro HEPA, per la rimozione della polvere e la raccolta dei peli.
  • Il vero filtro HEPA, per gli allergeni, il fumo visibile, i batteri.
  • Il filtro a carboni attivi, per le molecole degli odori e per i Composti Organici Volatili (COV).
  • La luceuce ultravioletta, per le spore di muffe, i batteri ed i virus.

Per concludere

Ci auguriamo di essere stati d’aiuto per sapere se e quando i purificatori d’aria possono andare bene per te.

Se però stai ancora ponendoti la domanda “ho bisogno di un purificatore d’aria?”, per saperne di più sulla questa tecnologia vai alla nostra pagina sui purificatori d’aria: in quella pagina noi rispondiamo anche a molte altre domande comuni circa l’utilità di un purificatore d’aria per la tua particolare condizione/situazione.