termostato-wifi
Perché un termometro WiFi

Perché un termometro WiFi

Un termostato, grazie ad una connessione Wifi, oggi soprattutto in termini di risparmio energetico e di comfort per la famiglia, può fare molto più di quanto era in grado di fare in passato.

Un termostato wifi costa leggermente di più rispetto ad un termostato o un cronotermostato tradizionale: Dipende però molto anche dalle funzioni di cui è dotato.

Però quello che è certo è che, solo con un piccolo aggiuntivo costo iniziale, a lungo termine si potrà avere un risparmio grazie all’energia che questa applicazione ci permetterà di risparmiare.

A parte ciò,  un termostato tradizionale spesso si rivela molto difficile da programmare ed utilizzare e questo fatto  generalmente scoraggia gli utilizzatori, col risultato che di tutte le funzioni di cui il termostato è dotato poi ne utilizzeranno pochissime.

Al contrario, un termostato wifi è estremamente facile da controllare e da programmare.

Lo stato dell’arte

Lo stato dell’arte relativamente ai moderni termostati wifi

Ancorché i Nest non siano stati i primi termostati “intelligenti” ad entrare sul mercato (la canadese Ecobee li ha anticipati di due anni) questi hanno comunque rappresentato un punto di svolta che ha contribuito a rigenerare “nuovamente” il mercato.

Sia la Ecobee (che è una società di domotica) che la Google Nest oggi sono ancora ancora in prima linea sul mercato, ma ora subiscono una forte concorrenza da parte di pilastri del settore HVAC (Heating, Ventilation and Air Conditioning, vale a dire riscaldamento, ventilazione e condizionamento aria) come Carrier Corporation, la Honeywell, Trane inc. ed altri.

Attualmente, alcuni modelli di termostati ci possono anche dare sul tablet e sullo smartphone un feedback immediato per quanto attiene al consumo di energia ed alle temperature rilevate.

Nei negozi e nei siti specializzati online, è possibile trovare tanti modelli diversi, dai più semplici ai più avanzati, con un’ampia varietà di prezzi e di opzioni, a seconda delle proprie esigenze.

In un primo momento, queste varietà possono disorientarci quasi fossero un ostacolo insormontabile. Nella realtà basta partire facendo un elenco delle preferenze ed esigenze personali al riguardo, e scegliere il modello che più si avvicina a quello che cerchiamo.

Per quanto attiene ai costi, come nel caso della maggior parte dei dispositivi domestici intelligenti, questi variano in base alle loro caratteristiche ed alle loro capacità.

Continua a leggere per scoprire, sia cosa considerare al momento del suo acquisto, sia i nostri modelli preferiti tra quelli che abbiamo testato.

Le cose da valutare per la scelta

Le cose di un termostato intelligente da valutare al momento della scelta

Se hai già iniziato la ricerca di un nuovo termostato avrai notato che come appena detto, ci sono davvero tanti modelli tra i quali poter scegliere. Tuttavia, non tutti i termostati intelligenti sono uguali;

  • alcuni – i modelli-base – vengono progettati per essere utilizzati in relazione ai sistemi di riscaldamento e di raffreddamento semplici e, quanto a programmazione, dispongono delle sole opzioni di base;
  • mentre altri modelli sono progettati per i sistemi multi-stadio complessi, in grado anche di controllare i sistemi di riscaldamento, raffreddamento, di deumidificazione e di ventilazione.

I termostati intelligenti possono avere una pluralità di diverse funzioni che ci aiuteranno a mantenere la casa confortevole, ed anche a ridurre i costi di riscaldamento.

i modelli basilari

I modelli base sono relativamente economici, e sono dotati ‘solo’ di una connessione Wi-Fi che consente di collegarli alla rete domestica e quindi ad Internet.

Utilizzando un’app mobile gratuita, questi modelli possono essere controllati attraverso uno smartphone o un tablet. Alcuni modelli consentono anche di controllare i dati rilevati dal termostato da un browser web.

I controlli di base ci consentono,

  • di alzare o di abbassare la temperatura,
  • di creare un programma di riscaldamento settimanale,
  • e ovviamente, passare dalla modalità automatica (programmata) a quella manuale, come i normali termostati.

i termostati di ultima generazione (tipo Nest)

I termostati tipo il Nest, come abbiamo detto hanno fatto un ulteriore passo avanti nella programmazione.

  • Tengono traccia dei nostri quotidiani andirivieni,
  • nonché delle tendenze di riscaldamento nel tempo,
  • e generano un programma di riscaldamento e di raffreddamento basato sul quando di solito siamo a casa o fuori casa, e sulla temperatura preferita in relazione a quei periodi.

Le funzionalità aggiuntive ed accessorie di questi dispositivi sono numerose e sono le più diverse. Vediamo le più importanti

Display touch. Un display touch colorato e luminoso semplifica la configurazione e la programmazione del termostato, dandogli un tocco di stile e, in genere, può essere letto da una stanza all’altra.

Sensori di movimento. I termostati base visualizzano l’ora e la temperatura (correnti) fino a quando non si tocca lo schermo. A quel punto verranno visualizzate le impostazioni di temperatura e menu.

I dispositivi più costosi come il Nest Learning Thermostat contengono dei sensori di movimento che illumineranno il display quando entrerai nella stanza.

Sensori d’umidità. Molti dei più recenti termostati intelligenti contengono anche dei sensori d’umidità i quali attivano un avviso  in presenza di livelli di umidità fuori dalla norma (troppo elevati o troppo bassi).

Previsioni meteorologiche. Alcuni modelli visualizzano addirittura le previsioni meteorologiche riguardanti la zona di riferimento.

Più sensori di temperatura. Alcuni di questi termostati (come l’Ecobee) sono dotati di sensori di temperatura wireless da posizionare nelle diverse stanze dell’abitazione.

Sensori di movimento. Alcuni usano anche dei sensori di movimento per portare la stanza alla “giusta” temperatura quando questa è occupata da una persona, e per interrompere il riscaldamento e il raffreddamento quando è vuota.

Servizi di localizzazione. Grazie alla tecnologia di geofencing, i servizi di localizzazione del telefono possono indicare al tuo termostato quando tu ti trovi all’interno di un certo perimetro dalla tua casa.

In tal modo ti sarà possibile impostare il dispositivo in modo da scaldare (o meno) la casa a seconda della zona in cui ti trovi tu ed il tuo telefono.

Reportistica.  La reportistica è un’altra utile funzionalità che ci consente di visualizzare la cronologia della frequenza di funzionamento del sistema, ed anche del tempo impiegato per raggiungere la temperatura pre-impostata.

Alcuni termostati ci dicono anche qual era la temperatura esterna in in determinato momento in modo da poter valutare meglio come si comporta il sistema di riscaldamento a determinate temperature.

La ‘smart home’

La ‘smart home’

Se hai installati in casa altri dispositivi intelligenti, opta per l’acquisto di un termostato che possa funzionare col maggior numero possibile di questi dispositivi.

I termostati Nest, ad esempio, comunicano con gli altri dispositivi Nest, come l’allarme antifumo Protect e le videocamere Nest per interni ed esterni, oltre che con numerosi altri tipi di dispositivi tra cui smart switch, ventole e sistemi di illuminazione.

  • Il servizio web gratuito IFTTT (If This Then That: se questo accade allora fai accadere quello) è piuttosto diffuso nei dispositivi domotici.
    • Consente di attivare o di disattivare il termostato in relazione ad altri dispositivi o servizi abilitati IFTTT.
    • Ad esempio, puoi creare un’app che accende un condizionatore d’aria quando il termostato raggiunge una certa temperatura.
  • I comandi vocali Amazon Alexa, Apple Siri e Google Assistant sono supportati da molti dei più recenti termostati intelligenti e ci consentono di fare diverse cose come cambiare le impostazioni della temperatura e scoprire la temperatura corrente usando la tua voce.
  • Alcuni tra i termostati intelligenti più ricchi quanto a funzionalità (come l’Ecobee 4) hanno incorporato il controllo vocale Alexa,
    • possono fare praticamente tutto ciò che fa un altoparlante Echo;
    • puoi chiedere loro di riprodurre musica dalla tua libreria di Amazon, ricevere le ultime notizie e i risultati sportivi, scoprire le previsioni del tempo,
    • modificare le impostazioni della temperatura e molto altro.
Recensioni migliori termostati Wi-Fi

Recensioni sui migliori termostati Wi-Fi

A beneficio di chi fosse interessato, ecco le nostre recensioni riguardanti alcuni modelli di termostati WiFi che, a nostro giudizio, sono attualmente tra i migliori presenti sul mercato.

** Nest Learning Thermostat

** Nest Learning Thermostat (3a generazione)

Questa nostra rassegna dei migliori prodotti in circolazione non poteva non iniziare che con un termostato Nest  – una famiglia di termostati  che ha innovato il panorama dei termostati intelligenti.

Il Nest Learning Thermostat è un termostato controllabile dai dispositivi iOS e Android.

E’ programmabile ed ‘intelligente’, nel senso che apprende la temperatura che preferisci per poi auto-programmarla in base alle tue abitudini.

Tramite i suoi sensori incorporati e la posizione del tuo smartphone, riesce a capire quando non c’è nessuno in casa. Quando sei via di casa si spegne in modo da farti risparmiare energia.

Ti consente di sapere (direttamente sul tuo smartphone) quanta energia consumi. Potrebbe essere lo strumento che ti aiuterà a risparmiare più energia, con benefici sia per il portafoglio che per l’ambiente.

Grazie all’Heat Link –  un piccolo dispositivo intelligente che si collega ai sistemi di riscaldamento – il Nest Learning Thermostat può interfacciarsi con:

  • caldaie (a gas, a olio, a biomassa
  • pompe di calore (solo per riscaldamento),
  • sistemi OpenTherm (per modulare la caldaia a condensazione),
  • sistemi di riscaldamento a pavimento.

Se sei un amante del fai da te ed hai un po’ di esperienza, puoi installare il Nest Learning Thermostat da solo, altrimenti puoi contattare un tecnico specializzato Nest Pro.

I PRO

  • Elegante
  • Facile da installare
  • Ricco di tante funzioni utili
  • Interagisce con altri dispositivi Nest ed anche dispositivi di altre marche
  • Si può interfacciare con Alexa, Google Home e IFTTT.

I CONTRO

  • Non dispone di sensori remoti
  • Costoso
** Honeywell Lyric T6

** Honeywell Lyric T6

Il termostato intelligente Honeywell Lyric T6 è  Wi-Fi dual-band e touchscreen.

E’ facile da installare, è facile da usare, ed rappresenta un buon compromesso prezzo / funzioni.

I PRO

  • Facile da installare
  • Programma di geo-fencing (geo-recinzione)
  • Compatibile con dispositivi sia ON/OFF sia di tipo OpenTherm.
  • Funziona anche con valvole di zona
  • E’ compatibile con la tecnologia HomeKit e funziona coi comandi vocali Alexa, Cortana e Google.
  • Wi-Fi dual-band.

I CONTRO

  • Non si integra direttamente con altri dispositivi intelligenti Honeywell.
  • Limitata funzionalità IFTTT.
** Sensibo Sky

** Sensibo Sky

Ecco un modo economico per “rendere intelligente” il condizionatore d’aria e tenere sempre sotto controllo la temperatura e l’umidità.

  • Funziona con: Alexa, Google Home, IFTTT
  • Sensori remoti: No
  • Auto-installazione: Sì
  • Attivazione del movimento: No
  • Funziona offline: No

I PRO

  • Facile da configurare
  • Geofencing
  • Avviso di pulizia dei filtri
  • Funziona con Alexa, Google Assistant e IFTTT

I CONTRO

  • Nessun controllo o display sul dispositivo
** Decdeal Termostato Wi-Fi

** Decdeal Termostato Wi-Fi

Un dispositivo molto più semplice e più economico rispetto a quelli appena visti.

E’ quindi l’ideale per chi desidera un termostato wifi, quindi che si interfacci con lo smartphone, ma senza avere delle funzioni più avanzate.

I PRO

  • Prezzo accessibile
  • Facile da programmare e da installare
  • Programmabile su base settimanale (5+2)
  • Compatibile con Amazon Echo, Alexa, Google Home, IFTTT.

I CONTRO

  • Ridotto numero di funzioni
L’installazione dei termometri WiFi

L’installazione dei termometri WiFi

I termostati intelligenti sono in genere molto facili da installare, ma prima di iniziare è importante sapere come è cablato il sistema.

Quindi prima di rimuovere il vecchio termostato prendi sempre nota dei tuoi collegamenti e, se possibile scatta una foto.

La maggior parte dei dispositivi più recenti sono dotati di etichette prestampate che si possono applicare ai fili per identificarli durante la loro installazione.

Dovresti anche sapere quale tipo di sistema hai nel mentre ti verrà chiesto di inserire tali informazioni durante l’installazione.

I tipi di sistemi HVAC  (Heating, Ventilation and Air Conditioning, vale a dire riscaldamento, ventilazione e condizionamento aria) comunemente supportati includono il gas, il petrolio, l’elettricità, il propano, l’aria forzata e radiante.

La maggior parte dei termostati intelligenti può essere utilizzata con i sistemi di riscaldamento e raffreddamento a più stadi.

Ma se si vogliono controllare anche altri componenti come i deumidificatori per tutta la casa, le pompe di calore ed i sistemi di ventilazione, occorre assicurarsi di scegliere un termostato che supporti tali dispositivi.

In effetti, per evitare danni al sistema, se si dispone di un sistema HVAC multi-componente complesso, è una buona idea che ad installare il termostato sia un tecnico HVAC professionale.

Per concludere

Per concludere

Un termostato wifi è un dispositivo piccolo, semplice e user friendly  (facile da usare) che ci aiuta quotidianamente a risparmiare sul riscaldamento e ad aumentare il comfort per tutta famiglia.

Considerato il suo costo medio, non vediamo alcun motivo per dover rimandare la sostituzione del termostato tradizionale con uno wi-fi.