Il modem router (combinazione)

modem router combinato
Cos’è un modem router e a cosa serve

Cos’è un modem router, ed a cosa serve

Per connetterci a Internet da casa o dall’ufficio, noi abbiamo bisogno di un MoDem, ovvero un “modulatore demodulatore” cioè di un dispositivo che è in grado di catturare i segnali inviati dalla rete sfruttando il tipo di tecnologia utilizzato dal nostro provider –  tecnologia la quale può essere l’adsl, la fibra ottica od altro – ed in grado trasmetterli ad un computer.

Se poi la nostra necessità fosse quella di connettere alla rete non solo il nostro computer, ma più dispositivi come uno smartphone ed il tablet, magari avvalendoci di una rete wireless, dobbiamo disporre di un router wifi che sia dotato di più porte ethernet e della possibilità di connettere un certo numero di dispositivi mobili alla rete senza fili.

Quindi un modem è un apparecchio che ci connette ad internet, mentre il router è quell’apparecchio che instrada verso dispositivi diversi – via WiFi e/o via cavo – la connessione ad internet.

Il modem router è invece quell’apparecchio (unico) che ci connette ad internet (modem) e che consente allo stesso tempo a più dispositivi di accedere alla rete internet oppure di dialogare tra di loro (router). Più precisamente:

  1. Il modem prende il segnale fornito dall’ISP (Internet service provider, il fornitore di servizi internet) con cui hai in essere un contratto, e lo rende utilizzabile da parte dei tuoi dispositivi.
  2. Il router prende quel segnale e lo “rende” wireless (senza fili), cioè lo rende trasferibile tra vari dispositivi elettronici senza dover utilizzare dei cavi.
  3. In assenza di un router infatti, dovremmo collegare ogni dispositivo al modem con un cavo ethernet per poi collegarlo online.
  4. Invece la combinazione modem router “comporta che i due distinti dispositivi vengano combinati assieme, per comodità, all’interno di un’unica scatola contenitore.
Perché un modem router di proprietà

Perché è utile avere un modem router di proprietà

Quasi tutti i provider di connettività internet (Vodafone, Tim, Fastweb, ecc) ci propongono, alla sottoscrizione del contratto, in comodato d’uso oneroso (e di norma noi accettiamo) dei modem / router wireless integrati di loro proprietà che svolgono entrambe le funzioni: di modem e di router.

In genere però si tratta di apparecchi non particolarmente performanti, ed è per questo che ci potrebbe esser utile sostituire questo dispositivo in comodato, con uno di nostra proprietà che sia adatto a soddisfare meglio le nostre esigenze.

Raramente noi pensiamo a sostituire questo modem router di default con un dispositivo scelto da noi personalmente in base alle nostre preferenze ed esigenze.

Tuttavia questa alternativa andrebbe presa seriamente in considerazione,

  • non solo perché ci evita il costo del noleggio,
  • ma sopratutto perché ci permette d’incrementare le performance di navigazione e di sfruttare al massimo la potenza della connessione di rete che chi fornisce l’internet provider.

A questo riguardo va precisato che,

  • anche se il canone che paghiamo per utilizzare un modem router in comodato può sembrarci irrisorio, si tratta comunque un costo che si protrae nel tempo anche quando l’apparecchio sarà obsoleto,
  • mentre l’acquisto di uno proprio, lo si ammortizza in pochi mesi.

Quanto alla sua installazione, questa è piuttosto semplice: nella maggior parte dei casi è sufficiente seguire la procedura di auto-installazione indicata nelle istruzioni dell’apparecchio.

Alcune cose da valutare

Alcune cose da valutare al momento dell’acquisto di un modem router combinato

Quando si acquista una combinazione di modem router, per poter avere risultati che possano soddisfare le nostre esigenze ci sono alcune cose che occorre tenere a mente.

il tipo di connessione/di tecnologia

Ecco alcune cose di natura tecnica utili da sapere a questo riguardo.

  • ADSL, ADSL 2 e ADSL 2+. Si tratta delle evoluzioni della ADSL standard che viaggia solo sulla linea telefonica in rame (il doppino telefonico).
    • Ci permettono di avere delle velocità di connessione che arrivano fino ai 20 Mega.
  • VoIP. Se il tuo provider ti offre il VoIP e lo vuoi usare al posto della linea telefonica tradizionale per non pagare più il canone, devi controllare che il modem/router sia predisposto per il VoIP.
  • VDSL/EVDSL. La sigla VDSL indica la tecnologia che sfrutta la fibra per la trasmissione dei dati fino all’armadio di zona (cabinet), mentre l’ultimo tratto fino all’abitazione è coperto dal doppino in rame.
    • Il nome tecnico è FTTC, Fiber To The Cabinet e può arrivare a 100 Mega (VDSL) o 200/300 Mega in download (EVDSL).
  • Fibra fino a casa. Si tratta delle linee che nell’ultimo tratto non usano più il doppino in rame ma solo la fibra, che arrivano fino a una velocità di 1000 Mega indipendentemente dalle distanze.

la velocità

Il modem router dev’essere sufficientemente performante da non limitare la velocità di connessione che ci viene offerta dall’operatore telefonico. ed anche da non limitare gli eventuali aumenti di questa velocità negli anni a venire.

il “combo” in rapporto a due singoli dispositivi

Come abbiamo detto, la ragione principale per cui viene preferito un “combo” modem router è la sua comodità: i due dispositivi – il modem ed il router – sono racchiusi in un unico contenitore ed in questo modo ci fanno risparmiare spazio e ci semplificano la loro gestione.

Mentre lo svantaggio di un simile apparecchio combinato è dato dalla sua mancanza di flessibilità.

I modem ed i router in combinazione, sono in genere molto meno potenti dei standalone top-end router presenti sul mercato.

Molto probabilmente però, la praticità di uno di questi dispositivi combinati supererà tutti i potenziali svantaggi che potrebbero correre per la maggior parte delle persone,

Compatibilità con internet provider

Al momento dell’acquisto occorre anche accertare la sua compatibilità con le tecnologie utilizzate dal proprio internet provider

Per scegliere il modem router più adatto alle proprie esigenze, occorre tenere conto di alcuni fattori.

Il primo riguarda sicuramente la compatibilità del (nuovo) dispositivo con il tipo di tecnologia utilizzato dal proprio internet provider.

Non solo per quanto riguarda la velocità di connessione ma – come appena detto – anche in relazione alla tecnologia utilizzata che può essere diversa da una zona ad un’altra: attualmente si parla soprattutto di adsl e di “fibra ottica” o vdsl.

Avere questo tipo di informazioni è piuttosto facile: basta andare sul sito web del proprio fornitore di connettività e cercare la lista dei dispositivi compatibili, oppure andare sul sito del produttore del dispositivo che si desidera acquistare.

Talvolta è lo stesso provider a proporci l’acquisto di un modem router.

  • Di solito si tratta di dispositivi non particolarmente vantaggiosi dal punto di vista costo/prestazioni.
  • Quindi prima di accettare l’offerta del fornitore di servizi internet è sempre bene comparare l’offerta con quanto offre il mercato.
Internet veloce, o super veloce?

Internet veloce, o super veloce: quale scegliere?

Nella scelta di un modem router, uno dei parametri di cui tener conto è la velocità della connessione.

  • Se il nostro provider ci fornisce una connessione rapida e performante, dobbiamo installare un dispositivo adeguato.
  • Per contro, se il nostro provider non ci garantisce una connessione sufficientemente veloce è inutile optare per un modem / router dalle prestazioni molto elevate.

I modem router si distinguono anche per lo standard DOCSIS che supportano: attualmente siamo arrivati allo standard DOCSIS, versione 3.

Tuttavia, quasi tutti i dispositivi attualmente sul mercato sfruttano la versione 3.0.

E’ bene invece di evitare le versioni precedenti al 3.0, e quindi è bene sostituire quel modem router che utilizzi (ad esempio) il protocollo DOCSIS 2.0 perché non ci permetterebbe di usufruire pienamente della potenza della connessione.

Rete wireless, o porta Ethernet

Modem router: rete wireless, oppure porta Ethernet

Spesso non viene tenuto in considerazione il fatto che in un un modem router ci siano una o più porte Ethernet. Per quanto ormai generalmente si tenda ad avvalersi della tecnologia wireless, si tratta di una cosa piuttosto importante.

Il fatto di poter avere a disposizione almeno quattro porte Ethernet (questo è lo standard dei modem router attualmente diffusi sul mercato) ci permette infatti di poter realizzare una piccola rete locale.

Si tratta della soluzione ideale per l’ufficio, ma spesso anche per una casa dove si utilizzino diversi computer, in quanto facilita il trasferimento dei dati e la condivisione di giochi ed applicazioni.

Inoltre, oggi si possono trovare anche dei modem router dotati di porte Gigabit Ethernet che ci garantiscono un’eccellente velocità di connessione: il fatto di avere delle porte Ethernet veloci ci permette di trasferire con estrema rapidità i file tra i vari elementi connessi alla rete.

Per poter usufruire di prestazioni elevate, occorre quindi optare per,

  • un dispositivo che supporti lo standard 802.11ac che è quello attualmente più diffuso,
  • e la frequenza dual band o tri band, in base all’ampiezza e alle caratteristiche della struttura da coprire con la rete wireless.

Pur non essendo indispensabile, una porta Usb può essere utile, magari per condividere in rete una stampante o un supporto di memoria.

In genere, la maggior parte dei modem router sono dotati di una o due porte Usb 2.0: alcuni modelli hanno anche di una porta Usb 3.0.

Una porta Usb 3.0 è ideale per connettere al router un supporto di memoria condiviso, in modo da poter accedervi rapidamente in tutta l’area coperta dalla rete wireless.

Quando sostituire il modem router

Quando è necessario /opportuno sostituire il proprio modem router

Come si è detto, i provider internet in genere ci forniscono un modem router in comodato d’uso oneroso ma, salvo che ci chiedano di modificare l’intero piano di fornitura di connettività, poi non provvedono a sostituirlo quando questo diventa obsoleto.

Nel caso in cui questo dispositivo non supportasse lo standard DOCSIS 3.0, la soluzione ideale sarebbe quella di sostituire il modem router.

A parte ciò, per ottenere le migliori prestazioni, è raccomandabile aggiornare seguendo le istruzioni regolarmente il firmware del dispositivo: i modelli più moderni in genere provvedono automaticamente ad effettuare gli aggiornamenti.

Per alcuni modelli potrebbe però esser necessario effettuare il download del file: per conoscere i dettagli precisi è sufficiente controllare il pannello di controllo del dispositivo.

I migliori modem router

I migliori modem router attualmente in commercio

A beneficio di chi fosse interessato, abbiamo predisposto la seguente breve rassegna di quelli che, complessivamente valutati sono, a nostro giudizio, i migliori modem router attualmente in commercio.

AVM FRITZ! Box 7490

AVM FRITZ! Box 7490 International Modem...

Un modem router potente, affidabile e dotato di un’infinità di parametri ed opzioni che che l’utilizzatore stesso può impostare.

E’ in grado di funzionare, come router con chiavetta USB 4G/3G, via porta Ethernet 1 o fibra ottica (FTTH).

Utilizza la tecnologia Wireless dual AC + N per l’uso in simultanea delle bande di frequenza da 2,4 GHz e 5 GHz (450 + 1300 Mbit/s).

L’applicazione FRITZ!App Fon di cui è  dotato l’apparecchio, consente di utilizzare lo smartphone (iOS e Android) come telefono cordless.

Grazie al Dynamic DNS è possibile via internet tramite un nome di dominio fisso raggiungere, il FRITZ!Box e le applicazioni e i servizi per i quali sono state configurate le abilitazioni porte nel FRITZ!Box.

In tal modo è possibile accedere molto facilmente ad un sistema NAS o ad un computer con – ad esempio – il desktop remoto di Microsoft (anche l’indirizzo IP pubblico del FRITZ!Box cambia regolarmente).

E’ dotato di un manuale multilingua (italiano incluso)

Netgear D6400

Netgear D6400 Modem Router WiFi AC1600...

Questo router utilizza una tecnologia denominata Beamforming+, che ci garantisce una connessione Wireless più potente ed estesa del classico modem che ci viene fornito in dotazione dalla varie compagnie telefoniche.

Ha un prezzo vantaggioso, e ci da prestazioni discrete per la sua categoria: nel complesso è un buon modem da utilizzare per la casa o per l’ufficio.

Le caratteristiche tecniche:

  • Marca: Netgear
  • Serie: AC1600
  • Modello: D6400 – 100PES
  • Colore: Nero
  • Peso: 442 g
  • Dimensioni: 19,1 x 19,8 x 6,5 cm
  • Numero processori: 1
  • Dimensione Ram: 128 MB
  • Tipo WiFi: 802.11.a, 802.11.n, 802.11.g, 802.11.b
  • Connessione: DSL2+ o Fibra Ottica
  • Velocità: AC750
  • Band: Dual Band
  • Porte: 4 Porte Gigabit Ethernet 10/100/1000, 1 Porta WAN
  • Antenne esterne: Si
  • Pota eSATA: No
  • VPN: No
  • DynDNS: Si
  • Genie: Si

Netgear DN2200 v4

Netgear DGN2200 Modem Router, Wi-Fi N300...

Un modem router tri-band che supporta connessioni VDSL, VDSL2, ADSL2+ o Fibra.

Ha 6 porte Gigabit e 2 porte USB.

Supporta VPN, DynDNS e può essere controllato con il software per PC e App iOS, Android della Netgear.

Un dispositivo che combina le funzioni di un modem DSL con quelle di un router NAT che supporta i classici standard 802.11b b/g/n a 2.4 GHz.

Ha 4 porte LAN 10/100 Mbps Fast Ethernet, 1 porta Rj11.

Offre una velocità di trasferimento fino a 300Mb al secondo.

TP-Link Archer D5 Modem Router Wireless,...

Modem/Router ADSL2+, Access Point wireless N, con 4 porte LAN 10/100/1000Mbps Gigabit Ethernet, dual band simultaneo fino a 300Mbps a 2.4GHz e 867Mbps a 5GHz, due porte USB 2.0.

Standard Wireless IEEE 802.11b/g/n a 2.4 GHz e IEEE 802.11ac/n/a a 5 GHz, dual band simultaneo fino a 450 Mbps a 2.4 GHz e 1300 Mbps a 5 GHz,  2 porte USB, una porta EWAN commutabile/ VPN IPsec/IPv6.

TP-Link Archer VR2800 Modem Router,...

Un modem router che raggiunge i 2167 Mbps sui 5 GHz e i 600 Mbps sui 2.4 GHz.

E’ compatibile con lo standard  802.11ac Wave 2. ed è estremamente facile da gestire grazie all’applet TP-LINK Tether (per iOS e dispositivi Android).

Asus DSL-AC88U Modem Router Wi-Fi Dual-Band AC3100G.fast/Vplus,35 b/VDSL/ADSL2+

Asus DSL-AC88U Modem Router Gigabit...

Un modem router molto sofisticato ed ultra veloce, che sfrutta tecnologie come NitroQAMTM (1024-QAM) per fornirci una velocità combinata fino a 3167Mbps: 2167 Mbps a 5 GHz e 600 Mbps a 2.4 GHz.

Per quanto costoso, il router Asus DSL-AC88U rappresenta sicuramente un buon investimente, visto che supporta ADSL, ADSL 2/2 +, VDSL2 e connessioni a banda larga G. Fast.

E’ dotato di porte 1 x RJ11; 4 x RJ45 10/100/1000/Gigabits for LAN 1 x RJ45 10/100/1000/Gigabits for WAN 1x USB 2.0 1x USB 3.0.

Domande frequenti

Risposte ad alcune domande frequenti

Come funziona un modem-router?

Un modem è un dispositivo che traduce il segnale che ci arriva dal proprio ISP (Internet Service Provider) in qualcosa che i dispositivi possono utilizzare.

Un router quindi “prende” quel segnale e ce lo rende wireless.

Un modem e un router combinati (modem-router), non sono altro che che questi due dispositivi che, in una stessa unità operativa, agiscono in combinazione.

I modem incidono sulla velocità di connessione a internet?

Sì e no. Un modem non può rendere Internet più veloce di quanto non stabilito dal ​​tuo contratto con il gestore internet (Telecom, Fastweb, Vodafone).

Se invece il modem avesse una velocità massima inferiore a quella del gestore (Telecom, Fastweb, Vodafone), sarà proprio il modem a limitare la velocità della connessione.

Supponiamo – per esempio- di avere in essere un contratto a 250 Mbps:

  1. anche se il modem supportasse velocità fino a 350 Mbps, la velocità massima a cui potremmo navigare è di 250 Mbps, e non di più;
  2. se il modem supportasse solo 150 Mbps, la connessione internet viaggerà ovviamente solo a 150 Mbps.

Cos’è il Wi-Fi dual-band?

Il Wi-Fi dual-band è una funzione mediante la quale i router wireless trasmettono il segnale su due diverse frequenze radio contemporaneamente (in genere: 2.4 Ghz e 5 Ghz).

  • I router tradizionali a banda singola, utilizzano solo la frequenza di 2,4 Ghz.
  • Il Wi-Fi dual-band ci consente delle velocità più elevate distribuendo il traffico su due frequenze invece di una.

Cos’è il beamforming?

Beamforming è una tecnologia che focalizza in una singola direzione specifica un segnale wireless.

I vantaggi del beamforming sono, velocità più elevate e una maggiore portata wireless.

Cosa sono Mbps?

Mbps sta per megabit al secondo.

  • È l’unità che viene utilizzata per misurare la velocità di Internet: è essenzialmente la quantità di dati che passa attraverso la connessione in un secondo.
  • Per alcuni contesti, otto megabit sono pari a un Mega byte (MB), l’unità per le dimensioni dei file.
  • Quindi, è necessaria una connessione a 80 Mbps per scaricare un file da 10 MB in un secondo.