Guida alla scelta ed all’acquisto dei migliori mesh router

L’esigenza di un mesh-router

L’esigenza di avere un sistema mesh router

Con la progressiva diffusione dei dispositivi domestici intelligenti e dei servizi di streaming multimediale come Hulu, Netflix e Spotify, sta diventando un must l’esigenza di una copertura Wi-Fi in tutta la casa.

Già oggi la maggior parte dei router wireless e dei modem-router possono darci una buona copertura nella maggior parte delle stanze di una “tipica” casa di medie dimensioni.

Tuttavia le case e le abitazioni più grandi, e quelle con le con pareti più spesse o strutturate su più piani, ed anche le sotto-strutture in metallo e cemento o altri impedimenti strutturali, potrebbero imporci la necessità d’installare nelle nostre abitazioni dei componenti aggiuntivi in grado di portare il Wi-Fi nelle aree che non riesce a raggiungere il router.

Infatti i ripetitori Wi-Fi, fanno sì un buon lavoro nel “riempire” le le zone morte, ma in genere ci forniscono solo la metà della larghezza di banda del router principale.

Inoltre, quando ci si sposta da un’area della casa ad un’altra, questo tipo di soluzione genera un nuovo SSID (la chiave alfanumerica composta da 32 caratteri che identifica univocamente una rete LAN wireless) di rete, al quale dobbiamo quindi accedere.

Nel caso in cui ciò fosse troppo complicato o troppo laborioso in relazione alle nostre esigenze, dovremmo prendere in considerazione l’installazione di un router mesh: le reti con un router mesh (che chiameremo anche reti mesh) sono oltretutto veloci, affidabili e facili da configurare.

I migliori kit di reti mesh possono rendere tutto molto semplice anche a quelle persone che non hanno mai configurato prima una propria rete wireless.

Dal punto di vista tecnico, queste reti mesh sono costituite da piccoli “nodi” Wi-Fi che dialogano tra di loro, e che trasmettono il segnale più forte possibile a tutti i nostri vari dispositivi.

Come funzionano le rete Wi-Fi

In che modo funzionano le reti Wi-Fi

a) le reti coi tradizionali router Wi-Fi

Al centro di una rete Wi-Fi tradizionale si trova un router, l’apparecchio centrale che trasmette il segnale wireless, ed a cui si connettono i dispositivi. Come suggerisce il suo nome, un router indirizza tra un modem connesso e gli elementi abilitati Wi-Fi come il computer o il tablet, il traffico Internet.

La maggior parte di noi si dimentica completamente dei router fino a quando il segnale Wi-Fi è troppo debole o è inesistente. Il problema principale dei router tradizionali infatti, è che la portata dei segnali che inviano è piuttosto limitata.

I grandi edifici con più piani che hanno la necessità di avere accesso ad Internet, spesso si trovano ad avere delle aree con un accesso limitato o inesistente (le cosiddette zone morte): questo accade perché la rete principale si affida ad un router a punto singolo.

b) i sistemi mesh, o mesh network

I mesh network sono stati progettati appositamente per essere in grado di estendere la copertura wireless ad un’intera casa: si tratta di una sorta di ibrido, costituito da diversi componenti di rete.

Sono sistemi che non si basano su comunicazioni col router one-to-one, e ciò in quanto:

  1. C’è un router principale che si collega direttamente al modem.
  2. C’è una serie di moduli satellitari, o nodi d’instradamento, che vanno posizionati in tutta la casa.
  3. Sono tutti elementi che fanno parte di una singola rete wireless e che condividono lo stesso SSID e la stessa password.
  4. Ogni loro nodo d’instradamento funge da punto hop (di trasmissione/di salto/di passaggio) per gli altri nodi presenti nel sistema mesh.

Tutto questo insieme, serve affinché i nodi più lontani dal router possano fornire un forte segnale Wi-Fi mentre parlano con altri nodi.

Configurare e manutenere una rete domestica wireless tradizionale con router Wi-Fi ed estensori Wi-Fi potrebbe essere a volte anche scoraggiante: non così invece con i sistemi mesh che sono principalmente “orientati verso quegli utenti” che hanno scarse o nessuna conoscenza tecnica, e che possono anche venire installati in pochi minuti.

Infatti i sistemi mesh sono in genere dotati di una intuitiva applet per smartphone con le istruzioni per la loro installazione. Questa loro applet ci dice anche dove posizionare ciascun nodo in modo,

  •  da avere la massima copertura,
  • da scegliere il miglior canale Wi-Fi e la banda radio,
  • da avere ottimali prestazioni di throughput (velocità effettiva di trasferimento dati),
  • per poter mantenere una forte connessione wireless nel mentre ci muoviamo per la casa.

In sostanza, anche semplicemente per mezzo del proprio smartphone, i sistemi mesh sono facili,

  • da espandere, senza gli attuali limiti circa il numero di nodi che è possibile aggiungere,
  • ed anche da gestire,

I router mesh ed i nodi d’instradamento utilizzano delle antenne interne, e quasi sempre sono fatti con gusto così che li possiamo posizionare anche visivamente all’esterno, piuttosto che in un armadio o sotto una scrivania. I router mesh:

  • sono dei dispositivi di rete multi-banda che funzionano sulle bande radio a 2,4 GHz e 5 GHz,
  • di solito hanno almeno una porta LAN per il collegamento ai vari dispositivi come la TV e la console di gioco;
  • Alcuni loro modelli offrono il supporto per la tecnologia Multi-User Multiple Input Multiple Output (MU-MIMO), che trasmette i dati a più client wireless compatibili, contemporaneamente anziché in sequenza.

La maggior parte dei sistemi mesh,

  • utilizzano la gestione della banda per selezionare automaticamente la banda radio meno affollata, ed in questo modo possiamo avere le migliori prestazioni;
  • ci offrono la possibilità di attivare facilmente i controlli parentali,
  • ci consentono di creare una rete ospite,
  • ci offrono delle opzioni di prioritizzazione dei dispositivi.

Sono dispositivi che sono progettati per poter essere facilmente impiegati. Tuttavia, anche se in genere ci consentono di configurare il port forwarding  (il trasferimento dei dati da un computer ed un altro) e le impostazioni di sicurezza wireless, non sono però dotati delle opzioni avanzate di gestione della rete che ci consente un router tradizionale, quali:

  • il controllo della banda individuale,
  • le impostazioni del firewall,
  • le impostazioni della velocità di trasmissione wireless.

Inoltre, con queste reti non è possibile personalizzare il sistema al fine di migliorare le prestazioni ed il monitoraggio della rete utilizzando il firmware DD-WRT che è un firmware (sequenza di istruzioni, integrate direttamente in un componente elettronico) libero in grado di supportare decine di router Wi-Fi differenti.

I vantaggi dei router mesh

I vantaggi dei sistemi router mesh

Oltre che a darci un segnale Wi-Fi forte ed affidabile, i sistemi mesh-router ci consentono altri significativi vantaggi. Ve ne illustriamo alcuni.

a) una semplice gestione della rete

Una delle caratteristiche principali che contraddistingue i sistemi mesh-router dai router tradizionali, è che questi ci permettono di avere un facile accesso alla rete.

Molti sistemi mesh-router sono totalmente automatizzati, e ci consentono una loro facile gestione attraverso un’app mobile anche quando non siamo in casa.

Molte app per router mesh consentono agli utilizzatori,

  • di eseguire rapidamente la scansione della loro velocità,
  • di scollegare l’accesso Wi-Fi a determinate reti, di creare delle reti guest,
  • di testare la qualità tra i vari punti di connessione e persino connettersi a dispositivi smart home.

Alcuni router tradizionali di fascia alta hanno simili caratteristiche, ma per attivarli di solito occorre essere connessi alla rete locale da un’interfaccia web desktop.

b) connessioni semplificate

Coi router tradizionali,

  • per ripetere il segnale in modo da poter accedere al Wi-Fi da lunghe distanze, vengono spesso utilizzati dei dispositivi noti come range extenders.
  • Tuttavia, molti di questi range extenders ci impongono di creare una rete separata, con un nome separato.
  • Questo significa che mentre ci muoviamo per la casa potremmo dover cambiare le connessioni Wi-Fi, a volte manualmente.

Un sistema mesh-router invece,

  • non necessita di una simile connessione, anche se ci si sposta da una stanza all’altra.
  • Inoltre, noi non avremo ritardi nella connessione poiché, piuttosto che comportare l’instradazione delle richieste attraverso più reti, i punti d’accesso trasmettono tutti lo stesso segnale.
  • Infine, la maggior parte dei sistemi mesh ci offre una sicurezza migliore dei classici router.

Grazie alla già descritta gestione della rete, non è difficile gestire gli aggiornamenti dei dispositivi del router: molti controllano e installano automaticamente gli aggiornamenti del firmware cioè la sostituzione di un componente software con un componente di uguale funzione più recente: fino a poco tempo fa, la maggior parte dei router doveva essere aggiornata manualmente dal proprietario.

Gli svantaggi dei router mesh

Gli svantaggi dei sistemi router mesh

Come la maggior parte dei dispositivi di rete, anche i sistemi mesh-router hanno degli inconvenienti. Ecco alcuni dei principali.

a) i loro costi elevati

Un buon kit router-mesh costa 3 volte più di un router, e 10-15 volte più di un semplice ripetitore Wi-Fi: si tratta di una grande differenza di costi anche per la sola impostazione di base del router mesh.

b) a volte sono in eccesso o sprecati

Rispetto alle effettive necessità delle case piccole case e dei piccoli edifici, di norma i router mesh sono una soluzione “eccessiva”.

I router mesh potrebbero essere eccessivi anche quando non si hanno regolarmente dei problemi di connessione Wi-Fi o quando non si hanno richieste estese su Internet.

Alcune “zone morte Wi-Fi” possono essere facilmente coperte utilizzando un range extender (ovvero un ripetitore Wi-Fi): ponendo il router esistente in una posizione centrale, o eseguendo l’aggiornamento verso un router tradizionale migliore con una portata maggiore.

c) le loro maggiori esigenze di spazi

Sebbene la maggior parte dei punti d’accesso al sistema mesh-router siano di piccole dimensioni e siano discreti, per sfruttare appieno le loro capacità potrebbero occorrerne molti.

Ciò implica la necessità di dover trovare i posti per più dispositivi in ​​tutta la casa, il che potrebbe essere problematico per quelli che preferiscono tenere i dispositivi di rete limitatamente ad una o due posizioni poco appariscenti.

Migliori mesh router

Migliori mesh router

Esistono molti prodotti di rete wireless, che possono aiutare a potenziare il segnale Wi-Fi di casa, quindi per determinare quale possa essere la soluzione migliore per la tua abitazione analizza il tuo Wi-Fi.

Per aiutarti a decidere se una rete mesh possa o meno essere utile e funzionale alle tue esigenze, abbiamo selezionato i migliori wireless mesh network utili a far arrivare il segnale Wi-Fi in ogni parte della tua casa o del tuo ufficio che non sarebbe altrimenti coperta da un router tradizionale.

** Linksys Velop

Linksys Velop

Linksys VLP0103 Velop, Sistema WiFi Mesh...

Il Linksys Velop è un sistema elegante, è facile da installare, e ci offre elevate velocità di throughput per singolo utente, e MU-MIMO (multiple-input and multiple-output).

E’ uno dei migliori mesh router che ci sentiamo di consigliare.

I PRO del mesh router Linksys Velop

  • Elegante.
  • Facile da installare e gestire.
  • App intuitiva.
  • Multi-User Multiple Input, Multiple Output (MU-MIMO) abilitato.
  • Ottime le sue prestazioni.

I LIMITI del mesh router Linksys Velop

  • Costoso.
  • Non ha porte USB.
  • Non supporta il controllo della banda dedicato.

TP-Link Deco M9 Plus Wifi Mesh,...

Dopo aver analizzato diversi wireless mesh network di diverse marche, riteniamo che anche il sistema mesh TP-Link Deco M5 sia tra i migliori in assoluto.

Il sistema Wi-Fi M-Plus Deco M-Plus TP-Link Deco è un eccellente router mesh dotato di un notevole set di funzionalità, inclusa la possibilità di fungere da hub di automazione domestica che controlla numerosi dispositivi domestici intelligenti.

  • Facile da installare.
  • Banda dedicata per il backhaul.
  • Protezione da malware e virus integrata.
  • Controlli parentali.
  • Controlla numerosi dispositivi smart home ed è compatibile con Alexa e IFTTT.
  • Costoso.
  • Non supporta Z-Wave.
  • Impossibile separare le bande radio.
** Asus Lyra AC2200

Asus Lyra AC2200

Asus Lyra AC2200, Sistema WiFi Mesh...

Il sistema Wi-Fi Asus Lyra Home utilizza la tecnologia mesh per offrire un buon throughput in tutte le aree della casa.

È un sistema ricco di funzionalità, ma non consente di separare le bande radio o collegarsi a dispositivi USB.

I PRO del sistema Wi-Fi Asus Lyra Home

  • Buone le sue prestazioni.
  • Supporto MU-MIMO.
  • Protezione antimalware gratuita a vita.
  • Controlli parentali.
  • Facile da installare.

I LIMITI del sistema Wi-Fi Asus Lyra Home

  • Manca il controllo individuale della banda.
  • Nessuna porta USB.
** Gryphon GRYG1H

Gryphon GRYG1H

Gryphon Consumer Router WiFi Mesh...

Il sistema mesh Wi-Fi Smart di Gryphon è un dispositivo dalle ottime prestazioni che consente ampi controlli parentali. Viene fornito con una protezione antimalware integrata e un’app mobile intuitiva.

I PRO del sistema mesh Wi-Fi Smart di Gryphon

  • Buone prestazioni di throughput
  • Facile da installare.
  • MU-MIMO abilitato.
  • Eccellente controllo parentale.
  • Protezione antimalware integrata.
  • App intuitiva.

I LIMITI del sistema mesh Wi-Fi Smart di Gryphon

  • Costoso.
** Synology MR2200AC Mesh Router

Synology MR2200AC Mesh Router

Synology MR2200AC Mesh Router

Synology MR2200ac è un router tri-band che può essere utilizzato come singola unità, oppure accoppiato con altri nodi per formare una rete mesh.

È un prodotto solido e offre una serie di funzioni avanzate di gestione e personalizzazione.

I PRO del Synology MR2200AC Mesh Router

  • Facile da installare.
  • Ottime prestazioni solide.
  • Svariate impostazioni, sia di base che avanzate.
  • Controlli parentali.
  • Include la protezione da malware.
  • Banda dedicata per il backhaul.

I LIMITI del Synology MR2200AC Mesh Router

  • Solo una porta LAN.
  • Ha un design “anonimo”.